sabato 25 luglio 2015

Una sola #bibliotecaideale, tanti scaffali ordinati




Un progetto ambizioso, un lavoro impegnativo, ma necessario.

Chi mi segue su twitter sa che ormai un anno e mezzo fa, nel febbraio 2014, avevo lanciato l'hashtag #bibliotecaideale, per raccogliere suggerimenti e consigli per realizzare una grande biblioteca virtuale sul social network. Erano tempi in cui raramente si sentiva parlare di cultura su twitter e l'iniziativa aveva riscosso un grande interesse, grazie anche al supporto di tante persone e al blog di Matteo Gamba su Vanity Fair. Sono cose di cui ho già parlato altre volte, per cui non mi dilungo oltre.

Oggi, che sempre più spesso gli hashtag letterari  e culturali fanno parlare di sè, e basta pensare al lavoro fondamentale di @casalettori o @fchiusaroli, mi chiedo se non sia opportuno mettere ordine nella #bibliotecaideale e suddividerla in scaffali, per permettere ai lettori di utilizzarla più agevolmente e trovare così più rapidamente consigli e indicazioni di lettura.

Un hashtag alla settimana, ogni sabato, nel corso dell'estate, per provare a realizzare questo obiettivo. 

Cominciamo oggi con #bibliotecadellavventura.
Quali sono i vostri consigli?

venerdì 17 luglio 2015

10 libri da portare in vacanza, al mare o in montagna



Chi ama leggere, attende con ansia le vacanze estive, perchè finalmente ha un po' di tempo a disposizione per coltivare la propria passione. Indipendentemente dalla meta scelta per trascorrere qualche giorno di riposo, l'occasione è propizia per iniziare quel libro che ormai da tempo avete acquistato e non siete ancora riusciti a iniziare, spesso distratti dai ritmi frenetici della vita lavorativa e dai quotidiani impegni famigliari.
Tra un tuffo e un bagno di sole, per chi va al mare, o qualche passeggiata al fresco, per chi va in montagna, qualche ora rilassante con un buon libro è proprio quello che ci vuole. In questi giorni su twitter spopolano hashtag a tema: #UnLibroinVacanza, #LibriInValigia e non c'è giornale, blog o sito che non proponga i propri consigli di lettura.


Anche noi vogliamo proporvi 10 libri da portare in vacanza, suddividendoli in libri da portare al mare e altri da portare in montagna, equamente distribuiti tra classici e contemporanei.


giovedì 9 luglio 2015

Quel giorno in cui: il romanzo di una vita in un giorno


Una busta gialla spiegazzata, un titolo che ti lascia in sospeso: Quel giorno in cui (Bari, Laterza, 2014). Una copertina che incuriosisce e ci consegna qualche indizio che, via via, si chiarirà durante la lettura. L'autore è Giulio Donegani, il signor GD, come attesta il suo account twitter, e il protagonista del romanzo porta lo stesso nome. Non si tratta di un romanzo autobiografico, tuttavia, e ce lo dice l'autore stesso allorchè afferma che è “una storia in parte inventata ed in parte vera”.

Un romanzo che si dipana nel corso di una sola giornata, quella del 31 dicembre, in cui il protagonista passa in rassegna la propria vita, dall'adolescenza al tempo presente. L'ultimo giorno dell'anno è una data simbolica, per certi versi, e il tempo sembra dilatarsi per accogliere le riflessioni di Giulio, che ragiona sulle scelte fatte, i risultati conseguiti e le occasioni perse, in un importante esercizio di consapevolezza e riflessione.




martedì 7 luglio 2015

Botticelli, la Firenze del '400 e... un serial killer



Firenze, al tempo di Lorenzo de' Medici, rappresenta, nell'immaginario collettivo di ognuno di noi, uno dei momenti di massimo trionfo dell'arte e della cultura italiana. Un'epoca felice, di modernità e apertura, di pace e prosperità. Sono gli anni di Marsilio Ficino, Pico della Mirandola, Angelo Poliziano e, frequentando certi ambienti, è possibile discorrere d'arte con un giovane Leonardo da Vinci, o ascoltare Amerigo Vespucci esporre bizzarre teorie sulle carte geografiche.

Immaginate, però, che la vita della città sia sconvolta, all'improvviso, da una serie di morti inspiegabili, che colpiscono donne della ricca borghesia e che, ben presto, queste morti risultino legate da un filo rosso.
Siete già nel bel mezzo del gradevole romanzo “I delitti della primavera” di Stella Stollo.